Il giro del mondo in moto?
Si può fare.
Certo, non è da tutti.
Ci vuole coraggio, determinazione, la forza di volontà sufficiente per mollare tutto, lavoro, famiglia, amici, magari vendere la propria casa, per partire per un viaggio del quale è impossibile calcolare la durata, o quasi.
Insomma, ci vogliono le palle.
Per questo ci ha fatto sorridere imbatterci nelal storia di Noraly, un’incredibile ragazza olandese che, a bordo della sua Royal Enfield Himalayan (in realtà ha già dovuto cambiare moto, passando dalla sua Basanti a Dhanno…) sta tentando di completare il giro del mondo.

Sul suo sito e sul canale Youtube Itchy Boots, stivali pruriginosi, è possibile seguire la sua incredibile avventura.

“All’età di 23 anni mi sono laureata in geochimica” racconta l’intraprendente Noraly sul suo sito. “Sono partita per l’Australia per raccogliere campioni geochimici per la ricerca di dottorato che avrei iniziato non appena tornata. È andato tutto diversamente. Non volevo più tornare in Olanda, e sono finita a lavorare nell’estrazione dell’oro. Con i soldi guadagnati e uno zaino ho girato tutto il mondo per 2 anni.

Quando i soldi sono finiti sono tornata in Olanda. Non avevo una casa, non aveva denaro. Per 5 anni ho lavorato per un appaltatore internazionale e ho realizzato i progetti più folli dalle Bahama e dal Brasile, fino al Kuwait, al Kazakistan, al Marocco e in molti altri luoghi. Ma lavorare in tutti questi diversi paesi non era come viaggiare a tempo pieno per conoscerli. Così ho preso una decisione: ho lasciato il mio lavoro, ho venduto le mie cose e sono tornato sulla strada!”

Una ragazza avventurosa, non c’è che dire! Ma quando ha deciso di intraprendere le sue peregrinazioni per il mondo in moto? E’ancora lei a raccontarcelo.

“Nel 2015 ho ottenuto la patente motociclistica e ho comprato la mia prima moto: una Ducati Monster 796 di seconda mano. Fin dal primo giorno questa moto mi ha conquistata. Non c’è niente di più eccitante al mondo di una motocicletta! Ma viaggiare per il mondo in modo permanente, significava vendere la mia Ducati. E’stato un brutto momento.

Ho noleggiato una Royal Enfield Himalayana in India e l’ho percorsa per 3000 chilometri attraverso le montagne dell’Himalaya. Avevo trovato un nuovo amore per questa moto! Ho deciso di acquistare una Royal Enfield Himalayan, che ho chiamato “Basanti”, e con lei ho percorso 36.000 chilometri dall’India alla Malesia, passando per il Medio Oriente e l’Iran, attraverso gli “Stans”, la Russia, il Caucaso e via la Turchia fino ai Paesi Bassi.

Sfortunatamente per il mio amato Basanti, il viaggio è terminato nei Paesi Bassi a causa di problemi burocratici. Ora l’avventura continua con la mia bellezza nera “Dhanno” – una nuovo Royal Enfield Himalayan 2019. Insieme conquisteremo le Americhe. Partendo in Argentina e risalendo fino in Alaska.”

Attualmente Noraly sta viaggiando dalla Patagonia all’Alaska, un percorso quanto mai vario ed emozionante attraverso tutta l’America, da sud a nord, partendo dalla Terra del Fuoco fino ai monti, ai ghiacciai e alle grandi foreste delle regioni più settentrionali del mondo. Il suo viaggio la porta a conoscere luoghi e personaggi straordinari.

Nell cartina di fianco, presa dal suo sito, possiamo vedere dove l’hanno già portata le sue peregrinazioni su due ruote.

Possiamo solo augurarle di continuare a vivere questa incredibile esperienza, lei, da sola, sulla sua motocicletta, per conoscere il mondo da un punto di vista unico e inimitabile.